1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12

Achmüller guida il team altoatesino - Alto Adige 07.11.2016

Hermann Achmüller era e resta il miglior altoatesino alla maratona di New York. Il forte runner pusterese ha concluso la sua 15ª maratona sulle strade della Grande Mela in 2 ore 39’26. La miglior altoatesina è stata la compagna di Achmüller, Tiziana Pignatelli, in 3 ore 38’15. Tra gli uomini da sottolineare i buoni crono del pusterese di Dobbiaco, Stefan Trojer (3h17'38), del bolzanino Markus Engl (3h18'02) e del venostano di Lasa, Leopold Horrer (3h20'40). “Per me la maratona di New York è un appuntamento fisso e imperdibile e negli ultimi 20 anni è il luogo dove ho trascorso più tempo dopo l’Alto Adige – ha commentato al traguardo Achmüller -. Per me la maratona di quest’anno consisteva nell’ultimo test prima dei Campionati mondiali sui 100 chilometri che si svolgeranno domenica 27 a Los Alcazares in Spagna. Devo anche sottolineare che è stata la mia terza maratona in sei settimane dopo Berlino e Monaco di Baviera. Ho fatto una gara molto regolare senza soffrire particolarmente”. Quella di ieri per Tiziana Pignatelli è stata la 45esima maratona in carriera, l’ottava a New York. “Nel 2009, quando per i miei 40 anni mi regalai New York, non avrei mai immaginato di tornarci per altri sette anni consecutivi. New York ti strega letteralmente, la maratona è una festa e i newyorkesi sono parte attiva. Non c'è un metro di percorso in cui non ci sia qualcuno ad incitarti. Ho corso in parecchi luoghi del globo ma questa è l'unica maratona al mondo in cui quando giungo al traguardo, mi piange il cuore, perché è già finita”.

Bilder